Sulle Montagne Rocciose del Canada: cosa fare al Jasper National Park con i bambini

Jasper National Park è il più settentrionale dei parchi nazionali delle Montagne Rocciose Canadesi e il più distante dalle grandi città e dagli aeroporti della regione.
La sua remota posizione geografica contribuisce al suo aspetto più rustico e autentico, rispetto al Banff National Park, il più popolare e accessibile dei parchi della zona.

Ogni anno circa 4 milioni di visitatori godono delle meraviglie che la natura di Banff ha da offrire, mentre solamente 2 milioni si spingono fino a Jasper.

La differenza fra i due parchi si percepisce ad ogni passo: dalle vie del centro delle omonime cittadine, agli alberghi, i ristoranti, fino alle attrazioni e le escursioni. Il ritmo della giornata a Jasper è meno incalzante, la cittadina appare più autentica e meno commerciale, e le attrazioni sono meno affollate.
Proprio per la sua natura più tranquilla, infine, Jasper è considerato il luogo ideale per il wildlife watching, l’avvistamento degli animali.


In questo post:

Banff o Jasper?
Athabasca Glacier- Columbia Icefield- Glacier Skywalk
Wildlife Watching
Scenic Maligne Lake Drive
Valley of Five Lakes
Jasper Sky Tram
Athabasca Falls
Miette Hot Springs
Patricia e Pyramid Lakes
Dove dormire a Jasper

Banff o Jasper?

Se ne avete la possibilità non rinunciate a visitare sia il Banff che il Jasper National Park, e se vi state chiedendo se Jasper sia adatto a dei bambini anche piccoli la risposta é SI!
Noi cinque abbiamo adorato Jasper. Abbiamo vissuto emozioni indimenticabili nel passeggiare per i suoi sentieri, e nello scoprire i suoi laghi turchesi.

Qui sotto potete trovare una lista delle attrazioni e attività che ci hanno entusiasmato di più.

Athabasca Glacier – Columbia Icefield – Glacier Skywalk

Una delle prime attrazioni che si incontrano entrando nel Jasper National Park dalla panoramica Hwy 93, è anche una delle più entusiasmanti.
Lasciata la macchina al Columbia Icefield Center ci si trova di fronte alla maestosità dell’Athabasca Glacier, un imponente ghiacciaio lungo 6 kilometri e largo circa uno.
Ci sono diverse opzioni per visitare il ghiacciaio e ognuna ha come punto di partenza il Columbia Icefield Center.
Qui troverete un albergo, la biglietteria per le diverse attività, i bagni, una tavola calda e una piccola sala espositiva con una mostra sulla storia dell’Athabasca Glacier.
Dalla terrazza del Columbia Icefield Center, inoltre, potrete ammirare il ghiacciaio immerso nella splendida cornice delle montagne che lo circondano.

La prima opzione per esplorare il ghiacciaio, consiste nel Toe of the Athabasca Glacier Trail, un sentiero di circa 2 kilometri che permette di raggiungerne l’estremità inferiore e osservarlo da vicino, senza tuttavia attraversarlo .
Se vi sentite avventurosi, potete prenotare un’escursione guidata, presso la compagnia Icewalks, che fornisce tutta l’attrezzatura indispensabile per tour guidati di circa 3 ore sul ghiacciaio.
Noi abbiamo deciso di esplorare l’Athabasca con lo Snowcoach, un autobus speciale che in pochi minuti porta fino al ghiacciaio, dove, per circa mezz’ora, si può provare l’emozione di trovarsi su ghiaccio e neve centenari.


TIPS:
I biglietti per lo snowcoach tour si possono acquistare al Columbia Icefield Center, ma per evitare l’interminabile fila è preferibile ordinarli online.
Se possibile, cercate di organizzare la gita all’Athabasca Glacier in una giornata di sole.
Le temperature sul ghiacciaio sono molto rigide anche di estate: scarpe chiuse resistenti all’acqua, felpa, giacca a vento, e cappello sono INDISPENSABILI.
Non scordate la crema solare, la neve riflette i raggi del sole, aumentando il rischio di ustioni.
Portate con voi delle bottiglie vuote, da riempire con l’acqua purissima del ghiacciaio.
Considerate circa 2 ore per la visita del ghiacciaio e il Glacier Skywalk.

Glacier Skywalk

Il biglietto del tour con Snowcoach sull’Athabasca Glacier include anche l’accesso al Glacier Skywalk, un ponte dal pavimento in vetro trasparente sospeso sul fiume Sunwapta.
Se siete interessati solamente allo Skywalk potete acquistare il biglietto separatamente qui.
Il ponte è raggiungibile esclusivamente con uno shuttle che parte ogni 15 minuti dal Columbia Icefield Center.
All’inizio del percorso si riceve una guida audio che illustra le caratteristiche del panorama, e la storia dell’evoluzione geologica e biologica del Columbia Icefield.

Camminare su un ponte di vetro sospeso ad un’altezza del genere è senza dubbio un’esperienza emozionante, che non capita ogni giorno. La vista a 360 gradi che si gode da lassù, poi, è spettacolare.
Tuttavia devo ammettere che non sono rimasta particolarmente entusiasta dalla visita allo Skywalk. Nonostante ne abbia apprezzato l’architettura dal punto di vista estetico, ho avuto come l’impressione che un’opera così complessa, concepita e costruita interamente dall’uomo stridesse in un contesto, quello del Jasper National Park, in cui la natura in tutte le sue forme fa da padrona.

Lo Skywalk rimane comunque un’attività molto adatta alle famiglie con bambini piccoli, e devo dire che i miei figli l’hanno trovata entusiasmante: hanno ascoltato con attenzione la guida audio e si sono divertiti molto a stendersi sul pavimento di vetro e a guardare il panorama sottostante.

Wildlife Watching

Se dovessi scegliere un solo motivo per visitare Jasper sarebbe senza dubbio la possibilità di avvistare gli animali non loro habitat naturale.
Nell’organizzare il viaggio diverse volte ho considerato l’idea di prenotare tour guidati alla ricerca di animali da ammirare (esclusivamente da lontano, ovviamente) ma ho desistito pensando che stare chiusa su un pullman per ore con i bambini senza nessuna certezza di avvistamenti non fosse una buona idea.
Mai avrei potuto immaginare che di animali ne avremmo visti a dozzine, accanto a noi, senza doverli andare a cercare.

L’incontro più inaspettato e ravvicinato lo abbiamo avuto con un orso Grizzly, a pochi metri dal nostro cabin nell’albergo in cui alloggiavamo.
Abbiamo tenuto i bambini vicino a noi, siamo stati attenti a mantenere la distanza di sicurezza (100 metri nel caso di orsi), e siamo rimasti estasiasti a guardare questo splendido esemplare di Grizzly scuotere i cespugli alla ricerca di bacche.

È difficile spiegare l’emozione e il senso di meraviglia che si prova davanti ad un animale del genere. Siamo rimasti immobili in una sorta di timore reverenziale nel realizzare di essere ospiti a casa sua, spettatori di una vita parallela alla nostra, che si svolge con altre regole e altre dinamiche, quelle della natura.

Dopo il Grizzly anche il Black Bear non si è fatto attendere, mentre percorrevamo la strada che dall’albergo porta alla cittadina di Jasper.

E poi cerbiatti, cervi di diverse specie, marmotte, bighorn sheeps, e alci. Quasi ogni escursione è stata accompagnata dall’incontro con un animale.

TIPS: Per aumentare le possibilità di incontrare da vicino gli animali, molto spesso basta semplicemente procedere con cautela sulla strada, mantenendosi poco sotto i limiti di velocità. Mentre guidate incaricate i bambini di tenere d’occhio i cespugli sul ciglio della strada alla ricerca di orsi o cerbiatti. Questo li aiuterà a scacciare la noia degli spostamenti in macchina.
Se avete la fortuna di incontrate un animale rallentate, e proseguite lentamente senza bloccare il traffico. Se le condizioni del traffico lo permettono accostate, ma non scendete dalla macchina. NON APPROCCIATE gli animali, e mantenete le distanze di sicurezza di 100 metri nel caso di orsi, alci e lupi e 30 metri nel caso di animali più piccoli.

Scenic Maligne Lake Drive

La Scenic Maligne Lake Drive è una strada panoramica lunga circa 46 kilometri, che parte dalla cittadina di Jasper e termina al Maligne Lake.
Questo splendido tratto di strada ospita diverse specie animali, tra cui orsi e alci, ed è uno spot ideal per il wildlife watching.

Maligne Canyon

La prima attrazione del Scenic Maligne Lake Drive è il Maligne Canyon. Questo Canyon profondo circa 50 metri può essere esplorato percorrendo un trail di circa 4 kilometri, che attraversa 6 ponti e offre diverse opportunità di fotografie. La pioggia scrosciante ci ha costretti a limitare la nostra visita ad un piccolo tratto del percorso, ma siamo rimasti comunque affascinati da questa meraviglia della natura.
Di fronte all’area parcheggio del Canyon troverete un ristorante con un negozio di souvenir e i bagni.

Medicine Lake

Superato il Maligne Canyon, si prosegue verso il Medicine Lake.
Questo meraviglioso lago prende il nome dall’usanza delle popolazioni native della zona di attribuire alle sue acque poteri terapeutici.
La particolarità del Medicine Lake consiste nel fatto che il lago scompare e riappare ciclicamente ogni anno. L’acqua infatti, viene continuamente drenata in una serie di cavità nel terreno. Durante la primavera, quando i ghiacciai si sciolgono, la quantità di acqua che alimenta il lago è maggiore rispetto a quella che viene drenata. Durante l’autunno il lago si prosciuga completamente, lasciando posto ad una distesa di rocce e fango.

Maligne Lake

L’ultima tappa del Maligne Scenic Drive è il Maligne Lake, il più grande dei laghi delle Montagne Rocciose Canadesi.

Il Maligne Lake si estende per circa 22,5 km di lunghezza e può essere esplorato in 3 modi: attraverso escursioni a piedi, in canoa o barca a remi, o con un tour organizzato in barca a motore.
Quest’ultima opzione è l’unica che offre la possibilità di ammirare e fotografare Spirited Island, una piccola penisola alberata, che, inserita nella meravigliosa cornice del lago e delle Montagne Rocciose, attira appassionati di fotografia da tutto il mondo.

Da notare tuttavia, che il tour non sbarca su Spirited Island e non garantisce la possibilità di accedere direttamente all’isola, ma prevede una pausa di circa 15 minuti in una apposita postazione sulla costa dalla quale si ottiene una vista privilegiata sulla penisola.

Il tour è operativo tra Maggio e Ottobre e dura circa 90 minuti. I biglietti si possono acquistare qui.

Per motivi di tempo, e logistica noi abbiamo scelto di esplorare Maligne Lake in barca a remi.
Dopo aver ricevuto al boathouse un salvagente e un set di remi ciascuno, siamo partiti alla conquista del lago.
Come previsto non ci siamo siamo spinti molto lontano (soprattutto con i bambini che remavano contro!) , ma è stata comunque una splendida esperienza.
La barca ci ha imposto un ritmo più lento, e ci ha mostrato il panorama da una prospettiva diversa, facendoci immergere nella natura circostante.
Per i bambini questa è stata una delle esperienze più memorabili della vacanza.

Se preferite esplorare il Maligne Lake attraverso un’escursione a piedi avete l’imbarazzo della scelta.
Diversi sentieri, infatti, partono dal parcheggio e dalla zona del Lake house.
I due trails più adatti alle famiglie sono il Moose Lake Loop e il Mary Schäffer Loop. Entrambi misurano circa 3 kilometri e non prevedono salite impegnative.

Noi abbiamo scelto il Mary SchäfferLoop, e nella prima parte abbiamo costeggiato il lago, fino a raggiungere dei pannelli esplicativi sulla storia dell’esploratrice Mary Schäffer, che, nel 1908, fu la prima persona non nativa a raggiungere il Maligne Lake.
Dopo circa un kilometro il sentiero si allontana dalla costa e si immerge nel bosco, per poi tornare al punto di partenza.

TIPS: Dedicate al Maligne Lake Scenic Drive almeno mezza giornata, e una giornata intera se avete intenzione di prendere la barca per Spirited Island.
Se possibile programmate la gita per una giornata di sole, in modo da poter godere appieno della vista dei monti che si riflettono sul Mirror e il Maligne Lake.

Valley of Five Lakes

Situata lungo la Icefield Parkway, circa 9 kilometri a sud della cittadina di Jasper, la Valley of Five Lakes è una delle migliori escursioni per famiglie della zona.
Un sentiero circolare, e non particolarmente impegnativo, di circa 4.5 kilometri porta ad una splendida valle punteggiata da cinque incantevoli laghi.
Ognuno dei cinque laghi è caratterizzato da diverse sfumature di verde, turchese e azzurro, dettate dalla profondità e dalla composizione delle rocce che formano il fondale.

TIPS: Il momento migliore per visitare la Valley of Five Lakes è durante i mesi estivi, dopo lo scioglimento delle nevi, quando i laghi raggiungono la loro massima capienza. In autunno e in primavera, invece, le dimensioni dei laghi si riducono drasticamente.

Jasper Sky Tram

Situato circa 7 kilometri a sud della cittadina di Jasper, il Jasper Sky Tram è una delle principali attrazioni del parco, adatta alle famiglie con bambini di tutte le età.
A bordo della cabinovia in pochi minuti si raggiunge la vetta del Whistlers Mountain, dove si può ammirare, dall’alto dei suoi 2.263 metri di altezza, una splendida vista su monti, sui laghi turchesi, sull’Athabasca River, e sulla cittadina di Jasper.
Ogni cabina ha una capienza di 25 persone, e viene accompagnata da una guida che illustra le caratteristiche del paesaggio.
I biglietti si possono acquistare online o sul posto, e danno accesso esclusivamente all’orario segnato sul biglietto. Se si sono prenotati i biglietti in anticipo, quindi, è importante non tardare per non rischiare di perdere la corsa.
Dalla stazione in alto partono diversi sentieri che permettono di raggiungere la vetta del Whistler Mountain.

TIPS: In cima al Monte Whistlers le temperature possono essere rigide anche di estate, è consigliabile quindi attrezzarsi con scarpe chiuse e giacca.
Programmate la gita con lo Sky Tram per una giornata di sole e cielo limpido, in modo di godere a pieno della vista. Durante le giornate nuvolose, infatti, la visibilità dalla cima potrebbe essere molto scarsa.
L’orario del ritorno a valle non può essere prenotato e negli orari di punta è necessario attendere in fila.

Athabasca Falls

Le Athabasca Falls si trovano circa 30 kilometri a sud di Jasper e sono un’attrazione adatta alle famiglie con bambini di tutte le età.
Dal parcheggio un sentiero pavimentato di circa 1 kilometro porta a diversi punti panoramici dai quali si può ammirare la potenza con cui l’acqua dell’Athabasca River si getta per 23 metri nella gola sottostante.

TIPS: Mezz’ora è sufficiente per la visita alle Athabasca Falls.
Pur essendo asfaltato, in alcuni tratti il sentiero non è adatto al passeggino, poiché include delle scale.

Miette Hot Springs

Situate circa 60 kilometri a nord est di Jasper, queste piscine di acqua termale sono l’attività ideale per rilassarsi dopo una lunga giornata di escursioni.
Immerse nell’incantevole cornice della Fiddle Valley le Miette Hot Springs includono due piscine di acqua calda e due vasche di acqua fredda. La struttura include anche spogliatioi, docce, e un piccolo caffè.
All’ingresso si possono ricevere gratuitamente giubbetti salvagente per i bambini e affittare asciugamani e costumi da bagno.

Patricia e Pyramid Lakes

Distanti dieci minuti dalla cittadina di Jasper, questi splendidi laghi possono essere esplorati in canoa o a piedi attraverso diversi percorsi per escursioni.
Meno affollati delle altre attrazioni della zona, il Pyramid e il Patricia Lakes sono un’ottima opzione per una gita tranquilla da affrontare alla fine della giornata.
Durante giornate di tempo sereno il riflesso delle montagne nell’acqua rendono il Patricia e il Pyramid Lakes, la meta ideale per gli amanti della fotografia.
In questa zona, inoltre, ci sono ottime possibilità di incontrare degli animali, per via dell’abbondanza dei cespugli di bacche. Noi qui abbiamo avuto la fortuna di avvistare un orso, e diversi cervi.

Dove dormire a Jasper

Quando si organizza una vacanza a Jasper per i mesi estivi, è consigliabile prenotare gli alberghi con largo anticipo. Per rendere l’idea, noi abbiamo prenotato a Gennaio per una vacanza ad Agosto, e le opzioni erano già ridotte al minimo. Addirittura, non siamo riusciti a trovare un albergo che avesse disponibiltà per l’intera durata del nostro soggiorno, e abbiamo dovuto trovare due diverse sistemazioni.

Nella cittadina di Jasper ci sono diversi alberghi e motel, molti dei quali con servizi adatti a famiglie con bambini. Noi abbiamo dormito una notte al Jasper Inn and Suites e ci siamo trovati molto bene.
Il resto del soggiorno lo abbiamo passato al Patricia Lake Bungalows, un resort di piccoli cabins situato sulle sponde del Patricia Lake, poco fuori dal centro di Jasper.
Solitamente preferiamo questo tipo di sistemazione, immersa nella natura, dove i bambini hanno spazio per giocare dentro e fuori la stanza.
Il bosco proprio fuori il cottage, il parco giochi e la hot tub con vista sulle montagne ed il lago, hanno reso il resort perfetto agli occhi dei bambini.
Il nostro cottage con angolo cottura, inoltre, ci ha permesso di preparare da mangiare e risparmiare sui ristoranti, che in zona sono molto cari.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s